Sintomi da reflusso: Brucia lo stomaco o lo sterno?

Di solito quando si soffre di reflusso gastrico, si nota la sensazione di avere bruciore allo stomaco, ma per riuscire ad identificare bene la patologia che causa tale sintomo, è bene capire la zona esatta (per quanto possibile) che è interessata realmente dalla sensazione di bruciore. Individuare anatomicamente la posizione del bruciore, può far comprendere se è in atto un’infiammazione a causa del reflusso gastrico o di ansia, stress, gastrite, farmaci etc etc.

Di norma il bruciore nella malattia da reflusso è causato dalla risalita degli acidi dallo stomaco verso l’esofago, di conseguenza è di facile comprensione capire che il tratto interessato è quello che comprende la parte alta dello stomaco, il cardias e l’esofago. Interessando tale area anatomica, e sapendo che l’esofago e lo stomaco si congiungono in una zona del corpo posta dietro lo sterno, è più logico parlare di bruciore retrosternale che di bruciore allo stomaco.

Sapendo ciò, si può distinguere facilmente un sintomo dovuto ad altra patologia o agente esterno, o dovuto ad una risalita di acidi nel tubo esofageo. Questa distinzione va fatta per capire come mai spesso assumendo dei farmaci, tali sensazioni non diminuiscono ma anzi tendono ad aumentare. Si può verificare infatti l’ipotesi che il bruciore di stomaco possa derivare dall’assunzione di farmaci e di conseguenza assumerne altri per placare il sintomo potrebbe essere deleterio. Stessa problematica se si è affetti da bruciore retrosternale e si cura con farmaci utili per alleviare bruciore di stomaco. Andrebbero in questo caso, assunti farmaci o seguiti dei rimedi naturali per il reflusso gastrico.

La strada migliore per capire che tipo di bruciore si avverta, è di conoscere l’esatta posizione anatomicamente parlando, dello stomaco nel corpo umano. Conoscendo questo, è facile capire che quando si avverte un bruciore che proviene dalla zona toracica che si dirama anche un po più in basso, significa che è in atto un’aggressione degli acidi gastrici nel tratto esofageo. Se invece si prova una forte sensazione di bruciore alla bocca dello stomaco, non sempre esso è dovuto al reflusso gastro-esofageo ma può derivare da patologie che provocano tale sintomo (stress, ansia) o a causa di sostanze tossiche per l’organismo (droghe, farmaci di cui si è intolleranti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *